Romania – nuovo membro dell’ECMD

È per noi un grande piacere dare il benvenuto alla Romania come nuovo membro del Consiglio Europeo per il Metal Detecting. La Romania sarà rappresentata all’interno dell’ECMD da “Pro Detectie”, un’associazione ONG costituita nel 2014 con l’intento di riunire i detectoristi che praticano l’hobby nel pieno rispetto della legge. L’obiettivo principale di “Pro Detectie” è quello di evidenziare che in Romania ci sono detectoristi responsabili che rispettano valori etici chiari e che desiderano collaborare con archeologi, storici e tutte le istituzioni dedicate allo studio della storia. “Pro Detectie” è molto attiva sul territorio. E’ orgogliosa di alcune scoperte dei suoi membri che hanno notevolmente ampliato le conoscenze sul passato della Romania. L’organizzazione sottolinea l’importanza di consegnare e informare le autorità competenti sui reperti storici ritrovati e ha costruito il primo, e finora l’unico, indice online di scoperte fatte con l’uso del metal detector nel territorio rumeno. Attraverso le sue attività, “Pro Detectie” è impegnata nella divulgazione del Metal Detecting Responsabile e nel trovare il giusto equilibrio tra la pratica e la protezione del patrimonio culturale. Ogni anno l’associazione organizza un incontro nazionale con l’intento di mostrare i benefici della pratica e di diffondere I principi del Metal Detecting Responsabile

La legge in Romania, relativa al Metal Detecting, può essere presentata in pochi punti:

  1. Per possedere un metal detector in Romania, si deve ottenere un’autorizzazione non eccessivamente costosa da parte della polizia (uno specifico documento di autorizzazione per ogni metal detector di proprietà). Dopo la presentazione della domanda, il documento viene emesso entro 10-20 giorni.
  2. Non è permesso praticare Metal Detecting nei siti archeologici o nei loro pressi. La proprietà privata deve essere rispettata. Il Metal Detecting in un sito archeologico, senza la previa autorizzazione scritta del Ministero della Cultura, è un crimine ed è punito con il carcere.
  3. Tutti i ritrovamenti di oggetti aventi più di 100 anni devono essere consegnati alle autorità competenti entro 72 ore. Non farlo è una violazione ed è punita con una multa. D’altra parte, comportarsi come il proprietario (offrire, vendere, modificare, ecc.) dei reperti è un crimine molto grave punito con il carcere.
  4. Quando un ritrovamento viene consegnato legalmente alle autorità, il cercatore ha diritto a una ricompensa del 30% del valore del ritrovamento. Quando la scoperta è considerata straordinaria (categoria “Tesoro”), la ricompensa è aumentata al 45%.
  5. Le autorità hanno 18 mesi per il rilascio della ricompensa.

C’è un ampio margine di miglioramento in termini di leggi e regolamenti ed è per questo che “Pro Detectie” ha deciso di aderire al Consiglio Europeo per il Metal Detecting. I suoi membri credono che insieme ai metal detectoristi di altri paesi sarà possibile lavorare su standard universali, che potrebbero essere implementati in tutta Europa.

Siamo pienamente d’accordo con i nostri colleghi rumeni e li accogliamo con favore nelle nostre fila, in attesa di una stretta collaborazione in futuro. La Romania è il dodicesimo membro dell’ECMD. – FONTE

Francesco Manzella – FIMD

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti