Metal Detecting in Sevzia – Una nuova regolamentazione?

Dopo l’annuncio fatto ieri dell’ingresso della Svezia all’interno del Consiglio Europeo per il Metal Detecting, consiglio di cui facciamo parte come rappresentanti italiani, oggi vogliamo portare alla vostra attenzione un articolo preparato per il Consiglio da uno dei suoi memrbi più attivi, Filip Jarosz, e che oggi amplifichiamo in MdClub.

In Svezia esistono da qualche tempo autorizzazioni che vengono date ai detectoristi per praticare il loro hobby in aree limitate e per un determinato periodo di tempo. Queste autorizzazioni permettono uso e trasporto del MD e aiutano le autorità a regolamentare l’hobby. Ma seguite con attenzione l’articolo che segue per capire alcune dinamiche che stanno cambiando.

“Contrariamente a ciò che crede la maggioranza delle persone, praticare il metal detecting in Svezia non è illegale a condizione che si rispettino alcune regole. Dal 1 ° gennaio 2014, è necessaria una speciale autorizzazione per utilizzare il metal detector in Svezia sopratutto nelle aree dove potrebbe essere possibile ritrovare monumenti e manufatti antichi. Inoltre non è possibile avere il permesso di utilizzare un metal detector in aree archeologiche definite dove sarebbe possibile trovare antichi manufatti, in queste aree è interdetto l’uso del Metal Detector. In generale, il periodo di licenza non supera un anno anche se generalmente queste licenze per praticare Metal Detecting tendono a durare soli 3 mesi. Le licenze vengono rilasciate per aree specifiche dove il detectorista si reca.

Tuttavia, secondo i funzionari svedesi, alcuni problemi sono sorti a causa del sistema di permessi/licenza. Il numero di licenze per l’uso di metal detector è aumentato fortemente. Ad esempio nel 2012 gli uffici preposti nel paese hanno ricevuto solo 409 richieste, un numero esiguo rispetto alle 2.153 avute 2015. Circa il 90% delle domande proviene da hobbisti, molti dei quali sono alla ricerca in diverse aree contemporaneamente. A causa della grande quantità di richieste, gli uffici preposti sono spesso incapaci di evadere le richieste entro un ragionevole periodo di tempo.

Il Ministero del Patrimonio svedese (Riksantikvarieämbetet) ha ora disposto una tassa per le autorizzazioni all’utilizzo e il trasporto del metal detector che dovrebbe essere introdotta dal 1 ° luglio 2017. Questa nuova modifica è volta a contrastare l’elevato numero di richieste al fine di rendere l’intero processo più efficiente.

L’entità della tassa configurerà il metal detector nella seconda fascia della legge 10§ Tasse (1992: 191), che corrisponde a 700 SEK (circa € 73), stessa somma della tassa per una licenza di possesso di un’arma da fuoco. Inoltre, essendo la licenza concessa in un area limitata, ogni area geografica che deve essere inclusa nella richiesta sarà considerata a pagamento, a seguito di questa modifica non sarà possibile includere più aree in una singola richiesta. Ai professionisti che hanno bisogno di usare i metal detector come parte della loro attività, può essere concesso un cosiddetto “permesso generale” per una zona più ampia e per più di un anno.

A prima vista sembra solo un cambiamento nell’ambito del procedimento amministrativo. Tuttavia, analizzando la questione più a fondo capiamo che non corrisponde proprio alla realtà dei fatti. Al momento, molte (se non la maggior parte) delle domande di permesso per utilizzare i metal detector sono negate, il che significa che un numero incalcolabile di persone pagheranno per un beneficio che non sanno effettivamente se otterranno se questa nuova legge passerà. Come già accennato, questi permessi di solito durano per soli 3 mesi, il che significa che i detectoristi dovranno rinnovare il loro permesso abbastanza spesso e pagare la quota di iscrizione di volta in volta (che abbiamo detto è di circa 73€). Inoltre, questi sono talvolta costretti ad attendere fino a 12 mesi solo per ottenere una risposta (che tende ad essere negativa il più delle volte) alle loro richieste.

Anche se l’introduzione di una tassa di richiesta di utilizzo e trasporto di metal detector può sembrare ragionevole a prima vista, ci sono molti problemi che possono sorgere a causa di essa. E ‘possibile prevedere che alcune persone saranno in grado di pagare la quota di iscrizione (soprattutto se i permessi devono essere rinnovati ogni 3 mesi o giù di lì), mentre altri saranno esclusi dai lunghi tempi di attesa in alcune regioni. Sfortunatamente, questo significa che ci sarà probabilmente un aumento di detectoristi non in regola e altre attività illegali se la nuova legge passerà. E’ vero che le amministrazioni locali andranno a vedere una diminuzione del numero di richieste per l’uso di metal detector, ma avranno anche avere a che fare con tutta una nuova serie di problemi.”

Fonte: Kulturdepartementet Ku2016/01.648/KL

(Articolo preparato da Filip Jarosz con l’aiuto di Robbin Ask di http://www.sverigesmetallsokarforening.se/)

Introduzione, traduzione e impaginazione di Francesco Manzella

svezia1

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti