Lettera aperta a tutti i detectoristi – Soci Onorari

Lettera indirizzata a tutti gli appassionati di Metal Detecting …“responsabile”

Per chi non ci conoscesse, siamo i Soci Onorari di un’Associazione italiana legalmente riconosciuta di metal detecting dal nome: Metal Detector Club Italia.

In verità, contestualmente, siamo presenti anche in molti Gruppi regionali, chi come Amministratore – anche di qualche pagina Facebook – chi come organizzatore di raduni, chi come scrittore di articoli tecnici o di libri e ciò che ci accomuna è una vera passione per il nostro stupendo hobby.

Siamo tutti stati accolti all’interno dell’iniziativa di MDClub Italia (energicamente capitanata da Francesco Manzella – quale Presidente – e Fabrizio Fiorito) perché sembrerebbe che sin dal primo momento i fondatori abbiano riscontrato ed apprezzato in noi particolari doti …. (?? ) ma soprattutto convinzione e credo nel sostenere la filosofia e lo scopo del Club.

Ma perché vi stiamo “contattando”?

Tutti sappiamo che questo hobby non sempre viene dipinto nelle giuste tonalità di colore e, alcune volte, c’è chi ne distorce sia il significato sia la valenza. Noi sappiamo che è un hobby, al pari della pesca o dell’andar per funghi e ci piace praticarlo e diffonderne lo spirito.

Ma sappiamo anche che a causa di qualcuno che utilizza il metal detector per altri scopi e in modo non responsabile, non certo per hobby, tutta la categoria dei cosiddetti Detectoristi Amatoriali (ossia noi tutti) subisce a volte ripercussioni e discriminazioni.

In realtà siamo ben consci che ciò, nella storia, sia sempre accaduto; la difficoltà nel distinguere “i buoni dai cattivi”, le battaglie per evitare che “si faccia di tutta l’erba un fascio” e che sia “più facile reprimere che educare e/o controllare” spesso hanno imperversato in molte occasioni, ma siamo anche certi che per tutto questo e per un senso di giustizia, democrazia, correttezza morale e civica sia opportuno e doveroso distinguere, chiarire e difendere certi importanti valori e chi ci crede con convinzione.

Il tutto sta nel cosiddetto “Responsible Metal Detecting”, ossia la pratica RESPONSABILE delle nostre attività che vanno dal chiedere il permesso per passeggiare su di un campo arato privato, al ricoprire sempre le piccole buche che facciamo. Chi più e chi meno (e ahinoi qui non deve cascare l’asino) sappiamo che esistono leggi, regole e consuetudini da rispettare (e noi peraltro abbiamo anche il Codice di Boston da osservare). Norme per la tutela della società e dei suoi valori; norme che sono l’ossatura della nostra odierna libertà e democrazia. Questa vanno rispettate in pieno!

Praticare il metal detecting amatoriale responsabile, quale hobby, significa andar fieri del praticarlo nel pieno rispetto delle vigenti regolamentazioni e di ciò che si trova, di ciò che questi oggetti metallici erratici “celano in sé ” e possono raccontarci. Questo è il fascino del nostro hobby!

Con estrema durezza e forza, sottolineiamo che siamo contrari ad ogni forma illecita di utilizzo del metal detector e, talvolta, anche “solo” ……. imprudente da parte di quelli che vogliono ignorare ciò che è indispensabile conoscere.

Non vogliamo assolutamente che il nostro hobby possa essere paragonato ad un saccheggio indiscriminato di oggetti comuni e, fortuitamente, di beni il cui valore e la cui tutela va al di sopra di ogni altra cosa. Il vero saccheggio è perpetrato da chi utilizza il metal detector nell’oscurità e in modo illegale.

Al contrario, nello spettro delle nostre attività, vogliamo che il vostro istinto vi spinga anche ad indossare la veste di “protettore” di quanto è oggetto di chi il metal detector lo usa per altri scopi. La collaborazione tra di noi e con le istituzioni, in caso di scoperta di attività illecite, deve essere massima. Solo in tal modo potremo riuscire a dipingere il nostro hobby nelle giuste tonalità di colore, evidenziando di grigio e nero ciò che al contrario non ci appartiene in alcun modo.

Per fare tutto ciò, crediamo fermamente, ci voglia unione di intenti e perseveranza. Bisogna educarci ed educare ma soprattutto bisogna identificarci in un unico “gruppo” che possa, all’occorrenza, far sentire la propria voce e fermezza.

Noi Soci Onorari di MD Club Italia vediamo questo nel nostro statuto e attraverso le nostre attività che mirano ad un chiaro obbiettivo: la pratica del metal detecting in modo responsabile e legale.

In tal senso vi proponiamo e vi incoraggiamo, pur mantenendo la vostra individualità di gruppi locali o Facebook, di sostenere questa prima Associazione legalmente riconosciuta e non a scopo di lucro, quale embrione di una futura auspicabile federazione nazionale e di esortare tutti i detectoristi di vostra conoscenza, solidali con il nostro intento, ad associarvi al Club, si da rafforzare e valorizzare, una volta per tutte, la figura del detectorista amatoriale.

Ci auguriamo di aver stimolato vostro interesse e che spazzolando in serenità possiate ripensare a quanto da noi detto, discuterne con altri detectoristi e fare una scelta: proteggere o no il nostro hobby!

Ci potete raggiungere all’indirizzo : www.mdclubitalia.it

P.S.: per vostra conoscenza sappiate che MD Club Italia fa parte dello European Council for Metal Detecting – ECMD (insieme ad altre 9 nazioni europee) che sostiene, parimenti e a livello internazionale, i nostri stessi indirizzi e finalità.

I Soci Onorari di MD Club Italia

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti