FIMD Lombardia – Non roviniamo le colture

Cari amici detectoristi,

Come ben sappiamo i terreni dove spazzoliamo potrebbero, a volte, essere coltivati e quindi dobbiamo prestare la massima attenzione e i massimo rispetto per i contadini e chi potrebbe essere danneggiato dalla nostra pratica non responsabile. Potremmo magari aver ricevuto il permesso del proprietario in passato che ci ha detto di spazzolare quando vogliamo, quindi andare sul campo senza pensare che nel tempo lo stesso potrebbe essere stato seminato. La FIMD vuole sensibilizzare tutti i detectoristi ma sopratutto quelli Lombardi ai quali è rivolto principalmente l’articolo, sui tipi di coltivazione presenti sul nostro territorio, così si è pensato di creare questo articolo per chi si avvicina a questo hobby per la prima volta e non è molto avvezzo di “agricoltura”.

Parlando di Metal Detector “RESPONSABILE” ci troviamo a volte a rispondere a domande del tipo: quando è il periodo migliore per spazzolare? Come faccio a distinguere se un campo è coltivato oppure no? Di seguito si è pensato insieme a Pierangelo Cavallari (Delegato FIMD Regione Lombardia) e Luca Scalmani (Vice Delegato FIMD Regione Lombardia) di creare questa, chiamiamola “MINI GUIDA” sulle coltivazioni presenti nel territorio Lombardo.

Nonostante la parte montuosa, dove il rendimento dei campi è scarsissimo, la produzione agricola della Regione Lombardia è tra le più alte d’Italia. Ciò è dovuto all’abbondanza delle acque d’irrigazione, all’adozione di tecniche moderne, all’impiego di macchine e di fertilizzanti e, in buona parte, all’esistenza di grandi aziende razionalmente organizzate.

La Lombardia si trova ai primi posti tra le regioni d’Italia nella produzione di:

  • granoturco
  • segale
  • orzo
  • frumento
  • marcita per allevamenti
  • soia

Siamo a ricordare che accedere all’interno di un campo coltivato è un comportamento sbagliato nell’uso del metal detector, per tanto oltre all’autorizzazione del proprietario va rispettata anche la natura. La FIMD essendo una realtà giuridica ben definita ha l’onere di ricordare queste semplici e importanti regole che tutti i detectoristi responsabili rispettano. Per meglio identificare le colture sopra elencate ecco alcune fotografie e periodi nel quale sono (approssimativamente) presenti sul nostro territorio Lombardo.

GRANOTURCO (MAIS)

Semina: fine aprile inizio maggio

Raccolto: fine settembre (in genere)

 

SEGALE

La segale si coltiva in zone montane è resistente ai climi freddi

Semina: fine settembre inizio ottobre

Raccolto: circa metà Luglio

 

ORZO

Cereale che soffre il caldo

Semina: periodo autunnale

Raccolto: prima decade di Maggio

 

FRUMENTO

Semina: Ottobre / Novembre

Raccolto: Metà di Giugno (circa)

 

MARCITA

(Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Marcita)

La marcita è una tecnica colturale caratteristica della pianura padana, impiantata per la prima volta nelle grange, che erano grandi aziende agricole di proprietà delle abbazie; essa consiste nell’utilizzo dell’irrigazione a gravità effettuata utilizzando l’acqua proveniente dalle risorgive anche nella stagione invernale. Nella stagione estiva i prati vengono irrigati periodicamente, mentre in quella invernale sono irrigati in modo continuato.

L’acqua di risorgiva, che generalmente sgorga per tutto l’anno ad una temperatura costante compresa fra i 9 °C (in inverno) e i 14 °C (in estate), viene mantenuta in continuo movimento dalla conformazione dolcemente declinante del terreno, impedendo in questo modo che il suolo ghiacci; lo sviluppo della vegetazione prosegue così anche durante l’inverno, rendendo possibile effettuare annualmente almeno sette tagli di foraggio (ma spesso anche nove), contro i 4-5 ottenuti dalla coltivazione del migliore prato stabile.

 

SOIA

Semina: Marzo / Aprile / Giugno

Raccolto: Settembre / Ottobre

Speriamo di esservi stati utili, chiedete sempre il permesso al proprietario del fondo prima di spazzolare e state attenti a non rovinare le colture in loco. Queste possono significare una fonte di reddito perduta per il proprietario del terreno e per noi una cattiva reputazione che diamo dell’intera categoria

Pierangelo Cavallari (Delegato FIMD Regione Lombardia)

Luca Scalmani (Vice Delegato FIMD Regione Lombardia)

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti