Contest di Giugno – Il vincitore

Carissimi amici di Metal Detector Club Italia,

questo mese abbiamo avuto un contest davvero entusiasmante interamente basato sulla legislazione nazionale ed internazionale. Le domande erano 40 e ognuna era una vera miniera di informazioni utilissime per il nostro hobby. Ci siamo soffermati ad analizzare la situazione legislativa nazionale e internazionale prendendo come riferimento tre delle nazioni più rappresentative all’interno dello scenario europeo: L’Inghilterra, la Francia e la Germania.

risposte

Ieri durante la diretta streaming con le tantissime email ricevute dai partecipanti al contest di giugno!

Queste tre nazioni differiscono per legislazione che regolamenta l’uso del Metal Detector. Abbiamo una completa apertura in Inghilterra, dove l’uso del Metal Detector non solo è consentito ma è anche incoraggiato in certi casi. Gli inglesi possono godere di leggi create apposta per valorizzare il loro patrimonio storico-culturale servendosi anche del servizio reso gratuitamente dai nostri colleghi detectoristi inglesi. Un database di oltre un milione e centomila reperti catalogati arricchisce lo scenario inglese dei ritrovamenti fatti dai nostri amici. La Germania d’altro canto ha leggi create apposta per facilitare il compito dei detectoristi tedeschi. Una tassa annuale e una completa informazione sui posti liberi da spazzolare fanno della nazione tedesca un esempio che potrebbe essere imitato in casa nostra. Anche la Francia ha delle leggi che regolano l’uso del MD e il possesso dei ritrovamenti, in certi casi molto dettagliato e che da’ chiare indicazioni su come comportarsi in caso di ritrovamento importante.

La nostra nazione, si sa, purtroppo non ha ancora una regolamentazione in merito e siamo costretti ad appoggiarci alle leggi relative ai beni culturali, leggi in tema di tutela ambientale e di proprietà privata. Speriamo presto di poter seguire l’esempio di nazioni nettamente avanti sotto questo aspetto come l’Inghilterra e di dare anche alla nostra categoria il posto che merita nello scenario nazionale. Un apertura sotto il profilo hobbistico-sportivo sarebbe il massimo per iniziare a far conoscere la nostra opera all’esterno e di certo grazie alla nostra collaborazione potremmo essere i primi a segnalare e cacciare fuori dal nostro “mondo” quei personaggi, detti “tombaroli”, che gettano discredito alla nostra categoria.

524453_3065427720700_388562328_n

Nerio Vincenzi – Vincitore del contest di giugno con 36 punti – Foto tratta dal profilo Facebook

Grazie al contest abbiamo potuto approfondire argomentazioni importanti e di certo anche se non si è stati vincitori abbiamo comunque tutti imparato informazioni utili. Personalmente ho impiegato un paio di giorni solo per stilare le domande e studiare le stesse norme che abbiamo chiesto, quindi posso dire che mi è servito molto questo test. Ma anche voi, dai numerosissimi messaggi ricevuti, so che avete imparato molto e in questo abbiamo centrato l’obiettivo che ci eravamo posti, quello di darvi una bella infarinatura sullo scenario legislativo internazionale!

Ieri sera poi durante la diretta streaming fatta sul nostro gruppo abbiamo non solo potuto ragionare sulle domande e chiarirle insieme (scusate se non ero al top ma l’emozione della diretta gioca brutti scherzi!) ma abbiamo anche proclamato il vincitore del contest… il nostro carissimo amico: Nerio Vincenzi!

Il carissimo amico del nostro club si porta a casa un meraviglioso Metal Detector di nuova generazione, un entry level compatto e pratico, il Minelab Go Find 40!

Sono certo che domenica quando lo riceverà potrà provarlo subito con la scusa del raduno organizzato da Geotek!

E’ un piacere poter organizzare questi eventi che ci danno tantissime informazioni e che ci aiutano a conoscerci meglio e a conoscere meglio in meraviglioso mondo del Metal Detecting! Ringrazio tutti per la partecipazione a nome di Metal Detector Club Italia e sentitevi liberi di proporci nuove i dee per i prossimi contest mensili!

Come sempre… Keep Watching! – Francesco Manzella

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti