Codice Etico Metal Detecting Responsabile

La Federazione Italiana Metal Detecting è lieta di annunciare la stesura definitiva del proprio codice etico sul metal detecting responsabile, una pietra miliare del metal detecting nella nostra nazione, in completa aderenza alle leggi nazionali e carta in cui la Federazione si rispecchia. In questa prima versione sono descritti i nostri valori e i nostri intenti.

Codice Etico FIMD – Testo

“Fatte proprie le leggi dello Stato in materia dei  beni culturali, che ad ogni buon conto tutti i detectoristi devono conoscere e alle quali devono attenersi, alle buone norme di civiltà, agli usi e consuetudini e ai principi di tutela e salvaguardia dei beni culturali del nostro Paese, la FIMD, come da statuto, adotta un preciso Codice Etico che raccoglie le principali regole di comportamento attraverso le quali praticare il Metal Detecting Responsabile. Ricordiamo che ogni detectorista è ambasciatore e responsabile della nostra pratica e della categoria.

Il Codice Etico della Federazione va osservato anche durante la pratica del metal detecting fuori dai confini nazionali, coniugandolo con le leggi del paese dove si pratica.

  1. La pratica del metal detecting responsabile va implementata ed applicata sempre. Sicuramente in modo obbligatorio ogni qualvolta si incorra in un ritrovamento fortuito d’eccezione, di particolare interesse o di eventuale pericolosità per il quale è indispensabile attuare quanto previsto dalla legge e quanto necessario per salvaguardare il bene ritrovato e/o l’incolumità delle persone;
  1. La tutela e la salvaguardia dei beni culturali del Paese sono un DOVERE non un’opzione. A tal fine il rispetto delle leggi e la collaborazione con le istituzioni sono un elemento imprescindibile e di estrema importanza;
  1. Ogni detectorista, al fine di preservare la propria libertà di praticare responsabilmente il metal detecting, deve porre in essere tutto quanto legalmente possibile per ostacolare e contrastare ogni azione illecita che possa ledere la pratica stessa e/o il patrimonio culturale ed ambientale del Paese. Qualora necessario, non dovrà esitare a rivolgersi e ad interfacciarsi con le Autorità competenti;
  1. Il metal detecting deve essere praticato ove consentito dalla legge (o dove non espressamente vietato). Vanno SEMPRE evitate le aree sottoposte a vincolo (archeologico, naturalistico, paesaggistico, militare, ecc.) e le aree con visibili evidenze antropiche;
  1. Nel praticare il metal detecting va sempre anteposta la sicurezza delle persone, degli animali e delle piante;
  1. Nel caso di accesso a terreni privati, dove si vuole praticare il metal detecting, chiedere sempre il permesso al proprietario del fondo ricordandosi di prestare la massima attenzione al rispetto del terreno, del lavoro e delle proprietà altrui;
  1. Il detectorista responsabile rispetta la natura e gli animali e “lascia il posto migliore di come l’ha trovato”. Il terreno (o l’arenile in caso di spiaggia) deve essere smosso con metodo e con prudenza (per motivi di sicurezza) e va riportato in sede compattato e, quando possibile, preservando il manto erboso o la vegetazione superficiale. Eventuali buche vanno sempre chiuse e la “spazzatura” deve essere sempre raccolta e conferita, successivamente, negli appositi contenitori per i rifiuti (operando opportuna differenziazione);
  1. Operare, per quanto possibile con l’ausilio di un indicatore di posizione (GPS) per ragioni di sicurezza e per marcare le coordinate geografiche dei propri ritrovamenti. La raccolta del punto geografico è obbligatoria qualora si incorra in ritrovamento fortuito d’eccezione;
  1. La pratica del Metal Detecting Responsabile è prerogativa indispensabile per i soci della FIMD. Questi devono divulgarla in tutti contesti possibili, informando e offrendo cooperazione ed aiuto a chiunque ne faccia richiesta.

Tutti i soci della FIMD hanno il dovere di attenersi a quando definito dal presente Codice Etico.”

Oggi abbiamo posto una pietra miliare importante all’interno dello scenario italiano per la pratica responsabile del Metal Detecting. La Federazione si batte per questi principi chiari e ragionevoli. Grazie a voi per il sostegno che ci date ogni giorno che con i fatti dimostriamo la nostra azione chiara e decisa nel nostro settore.

Francesco Manzella – Federazione Italiana Metal Detecting

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti

TRANSLATE