Chiusi sul ferro – Paolo Cervesato

Chiusi sul ferro

 

Carissimi amici di Metal Detector Club Italia buongiorno!

rinnovare il nostro sito internet ci ha rubato il tempo per una delle più belle rubriche che abbiamo all’interno del nostro blog, la rubrica dedicata a voi. Ecco perchè questa settimana non una ma ben due interviste ci aspettano!

La prima è dedicata ad una persona che ha dato veramente tanto in termini di tempo ed energie al nostro club, che ha fatto in modo con il suo impegno che ognuno di noi potesse godere di un sito internet aggiornato e professionale, ed oggi siamo quì a conoscerlo meglio e a scoprire passioni e obiettivi. E’ un piacere per me intervistare il nostro grande amico Paolo Cervesato.

Passiamo subito alle domande e andiamo a conoscere Paolo come persona, parlaci un pò di te:

13442032_1281907255155297_2056922595_o

Paolo in Ricerca col suo fidato V3i Spectra

Un caloroso saluto a tutti i lettori di questo fantastico Club! Colgo l’occasione per ringraziare Francesco per aver scelto me come oggetto di intervista, che onore! Mentre rispondo alle domande redatte dalla direzione mi sento un po come all’intervista doppia delle iene. Tornando a noi, mi chiamo Paolo, scrivo da Roma e sono un ragazzo giovanissimo, pensate… ho preso la patente solo 18 anni or sono… Mi occupo da sempre IT, amo la tecnologia, la fotografia, le armi, la gnocca e ovviamente tutto ciò che gira intorno al fantastico mondo del metal detecting.

Splendide passioni! Ma come hai iniziato e come mai ti sei avvicinato a quest’hobby?
Carissimo Francesco fin da piccolo ho sempre sognato avventurose ricerche. Avro inviato non so quante letterine a babbo natale chiedendogli un metal detector ma non ha mai esaudito i miei desideri, pochi anni fa ho capito che accontenta solo bambini buoni e me lo sono comprato da solo.

Purtroppo Babbo Natale è un pò burlone ma gli avrai lasciato del latte senza biscotti e ti avrà voluto punire mi sa… Oltretutto leggendo questa intervista mi sa che ti sei giocato i futuri regali almeno per i prossimi 150 anni quindi continuiamo, che macchina usi e ne hai usate altre?

13453493_1281907311821958_1960930909_o

Una ricerca accurata da sempre i suoi frutti, sapere impostare e “dialogare” con la macchina è sempre importante

Ho un Golf GT Sport e ne sono innamorato, ma la mia prima macchina è stata una Fiat uno Turbo! Scherzo… un po come tutti ho iniziato con un Garret Ace 250, dopo circa quindici giorni di utilizzo sapevo gia che presto avrei comprato un prodotto di fascia superiore. Il rapporto odio amore con l’Ace 250 è durato circa un anno e tra una spazzolata e l’atra, il lavoro, e mille impegni ho iniziato a studiare il metal detector dei miei sogni. Lo Spectra V3i della Whites Electronics. Districandomi piano piano con termini come preamplificatori, grafici, ritardi di fase e filtri passa banda, ho capito che sarebbe stato lui il compagno dei prossimi anni avvenire. Con il passare del tempo e della ricerca su terra ho acquistato un Garret Sea Hunter Mark II. Nel periodo estivo il sabato vado al mare con la mia ragazza, e quando la spiaggia si svuota io mi butto in acqua sperando di trovare qualcosa di interessante e lei legge pazientemente un libro. Santa donna quante ne sopporta! Mi deve amare moltissimo!

So conoscendoti che sei una persona sempre molto impegnata nel mondo del metal detecting: cosa fai in questo periodo?
Continuano come sempre gli studi, la ricerca ed i sogni. Ultimamente sono affascinato dall’utili
zzo di un microscopio stereoscopico per la pulizia dei target. Magari un giorno avrò il tempo di scrivere qualche riga pratica sull’utilizzo di questo strumento. Si ottengono risultati davvero fantastici. Al momento non ho progetti futuri ma l’improntate è non fermarsi mai!

Saremo felici di pubblicare nella rubrica “non solo strappi”come ti è utile uno stereoscopio, però sei una persona che “non sta mai ferma” in senso buono. Hai creato dal nulla un contenitore per monete utilissimo, il ccbox. Da cosa nascono? Perché hai deciso di imbarcarti in questa avventura?
ccbox è un progetto che nasce dal mio carattere. Amo tutto ciò che è ordinato, comodo e realizzato appositamente per quella funzione. Quando ho creato il primo prototipo ero felicissimo. Ho studiato quindi un processo di fabbricazione meno home made perfezionando la tecnica di realizzazione, tempi e packaging rendendo quindi l’interno progetto commercializzabile.

Splendido, ho avuto modo di usarli e consegnare ben ordinate dentro un ccbox gli ultimi ritrovamenti! Domanda secca: Positivo e negativo: mdclub, impressioni

13446089_1281907841821905_53388933_o
Ho conosciuto Francesco attraverso Facebook, abbiamo fatto due chicchere in chat, ed ho capito fin da subito di aver di fronte una bravissima persona, le use idee, la sua sincerità e schiettezza mi hanno fatto avvicinare a questo fantastico sito. Abbiamo poi unito le forze per realizzare l’attuale veste grafica. Vero Francesco? ti ricordi quanto rompevi? Ecco… e arrivato il momento di riscattare il mio meritato premio! Voglio che continui cosi, rimani cosi e prosegui! Le soddisfazioni arriveranno ne sono certo!

A tal proposito, anche io ho bisogno delle mie soddisfazioni, la ragazza chiama e visto che pendo dalle sue labbra Vado!
Ringrazio ancora Francesco, e con l’occasione abbraccio Leonardo Ciocca e tutte quelle persone speciali che mi hanno aiutato nelle piccole e grandi cose!

Questo mese abbiamo avuto il piacere di intervistare una bravissima persona, parte attiva del nostro Club e un grandissimo amico, faremo sempre il massimo per non deludere le vostre aspettative! Ringrazio Paolo per la sua disponibilità e per tutto quello che ha fatto e sta facendo. Anche noi speriamo che non si fermi mai di sfornare dalla sua “fabbrica delle idee” che ha in testa, sempre oggetti e iniziative che possono dare tanto a quest’hobby!

Questa settimana grandi novità ci aspettano… Keep Watching!

Francesco Manzella – MdClubItalia

1 Commento

Scrivi un commento
  1. Paolo
    Giugno 18, 10:33 Paolo

    Mazza se sono fico.

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti