Belgio – Detectoristi e Archeologi insieme per il patrimonio

Carissimi amici di MdClub, è con piacere che apprendiamo le ottime notizie che ci arrivano dall’estero e dai paesi membri come noi del Consiglio Europeo per il Metal Detecting (ECMD). Come sempre amplifichiamo le notizie del consiglio affinchè possiamo essere consapevoli del gran lavoro che i nostri colleghi detectoristi stanno facendo in altre nazioni e di come la pratica del Metal Detecting Responsabile dia i suoi frutti all’interno delle istituzioni e all’interno della categoria di archeologi che, colpa di criminali senza scrupoli, non sempre ha un pensiero positivo riguardo la nostra attività. Questo è anche il lavoro di Metal Detector Club Italia all’interno della nostra nazione e la nostra “mission” che stiamo portando avanti. Ciò che sta accadendo in Belgio deve essere d’esempio a tutti noi e far capire, se ce ne fosse ancora bisogno, che MdClub Italia è sulla strada giusta per aiutare il Metal Detecting in Italia ad avere la luce positiva che merita. Il lavoro dei nostri colleghi belgi ha portato ad una grande apertura da parte delle istituzioni e la federazione nazionale è stata invitata ad uno speciale evento, vi riportiamo di seguito un piccolo report dell’evento, potete anche trovarlo sul sito dell’ECMD.

È stata la prima volta che i detoristi e gli archeologi in Belgio si sono incontrati durante un evento ufficiale che ha voluto presentare i reperti e l’impatto positivo del Metal Detecting Responsabile sul patrimonio nazionale. I recenti cambiamenti delle leggi consentono la ricerca legale di manufatti archeologici sul territorio delle Fiandre con una speciale licenza governativa. Durante un evento speciale organizzato da Bruxelles Erfgoedlab (Open Source Project) e sostenuto dalla Free University of Brussels, parte di un più ampio progetto di citizen science che ha lo scopo di digitalizzare i reperti archeologici, i detectoristi hanno potuto presentare i loro reperti per l’identificazione e partecipare ad un un’ampia gamma di attività e workshop, tra cui la registrazione dei reperti nel nuovo database MEDEA, nonché incontrare altri detectoristi provenienti da Fiandre. L’evento, chiamato “Day of the Metal Detectorist”, si è svolto nel Museo archeologico romano di Oudenburg nelle Fiandre, la mostra dal titolo “Forgotten – Metal Finds From the Flemish Coastal Region, 600-1100 AD” (Perduti – reperti in metallo trovati nella regione costiera fiamminga 600-1100 AD). Sono stati esposti molti ritrovamenti veramente spettacolari del periodo medievale e il ruolo chiave dei detectoristi nelle scoperte è stato chiaramente spiegato. Gli organizzatori intendono estendere la gamma delle attività e degli eventi e sperano che questi saranno in grado di rappresentare l’importante ruolo del Metal Detecting Responsabile.

Foto: ECMD, EOS Wetenschap, Anna Brzezinska.

Aiutaci e supporta il nostro progetto per dare luce al metal detecting in Italia, Diventa Socio oggi stesso di Metal Detector Club Italia!

Francesco Manzella – Metal Detector Club Italia

3 Commenti

Scrivi un commento
  1. amos corieri
    Aprile 25, 13:39 amos corieri

    una bella cosa ma in Italia sono molto gelosi e non vogliono mollare, speriamo cambi la mentalita in meglio

    Rispondi a questo commento
    • Francesco Manzella
      Aprile 25, 14:08 Francesco Manzella

      Ti capisco Amos, diciamo che tutti dovremmo essere gelosi del nostro patrimonio. Dovremmo difenderlo e tutelarlo ma senza demonizzare chi, con interesse sincero, può dare un contributo decisamente importante per la tutela del patrimonio stesso!

      Rispondi a questo commento
      • Aldomega
        Maggio 15, 11:46 Aldomega

        Vogliamo bene al nostro paese, con tutti i suoi beni nascosti,. Beni che rimarranno nascosti e privati alla gioia e l’interessa di chi vorrebbe ammirarli e conoscerne la natura storica. Il nostro è un hobby, regolamentato dallo stato sarebbe stupendo, invece rimaniamo in una condizione repressiva…….

        Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Visualizza tutti i commenti

TRANSLATE